Scheda del libro
NOTTE ABISSINA
Fabrizio Coscia


Addis Abeba, Africa Orientale Italiana. Tutto avviene in una sola giornata, ed è come se la grande storia si prendesse una pausa. È il 1940, siamo nelle settimane che preludono alla dichiarazione di guerra. L’Italia vista da qui prova a fingere di essere invincibile. Una famiglia napoletana – un colonnello assediato dai dubbi, i suoi cinque figli, il fratello seduttore impenitente – spende le sue ore nella preparazione della festa dei diciott’anni della figlia minore. Non partecipa, invece, la Madre, ombra inquietante segregata nella sua follia, preda di un suo delirio che si rivelerà lungimirante. E le voci che si sollevano dalle pagine, con andamento circolare, da prospettive diverse delineano il procedere delle ore di quell’unico giorno consumato nell’attesa. La scrittura disegna una danza avvolgente che se a volte sembra avere il passo leggero della spensieratezza diventa via via un vortice macabro. I personaggi sono colti nei minuetti dei loro amori, desideri, tradimenti. I loro rapporti con familiari, amici e indigeni evocano traiettorie di solitudini e distanze incolmabili. E sotto la vita quotidiana scandita da gite a cavallo, garden party, storie erotiche, affiorano un sogno imperiale ridotto a smorfia grottesca e un paternalismo incapace di placare il conflitto con la popolazione locale. Finché, come un’intuizione profetica, esplode nel finale spiazzante la voce inascoltata della madre folle, la quale appare la sola creatura dotata di consapevolezza sulla natura effimera della dominazione italiana, sulla fragilità della forza degli occupanti di tutte le latitudini e di tutti i tempi. Compreso quello che viviamo.
Pagine 224 - Prezzo € 12.00 - Anno 2006 - ISBN 978-88-8309-214-5 -
  Scrivi un commento Ordina
 
RASSEGNA STAMPA

Nessuna rassegna stampa inserita

 
ELENCO DEI COMMENTI AL LIBRO
 
 
 

Nessun commento inserito