AUTORI
 
 
 
     
cerca
  pagina precendente  
Cecchi Emilio
Nato a Firenze nel 1884, Emilio Cecchi esordisce sulle più importanti riviste letterarie del primo anteguerra: “Il Leonardo”, “Ermes”, “La Voce”. Nel 1911 si trasferisce a Roma, dove si occupa di libri italiani e stranieri sulla terza pagina della “Tribuna”. Partecipa alla fondazione della “Ronda”, e nel 1927 inizia a collaborare al “Corriere della Sera”, che con poche interruzioni rimarrà il suo giornale per tutta la vita. Scrive, oltre che di letteratura, di arti figurative e di cinema, ed è autore di celebri reportages. Il suo Pesci rossi (1920) segna una tappa fondamentale nella storia della prosa italiana contemporanea. Tra gli altri libri si ricordano: Storia della letteratura inglese nel secolo XIX (1915), Pittura italiana dell’Ottocento (1926), Messico (1932), Scrittori inglesi e americani (1935), Corse al trotto (1936), Et in Arcadia ego (1936), America amara (1939), Di giorno in giorno (1954), Piaceri della pittura (1960). Muore a Roma nel 1966. In edizione Avagliano: Saggi romantici. Rudyard Kipling - La poesia di Giovanni Pascoli (2003).   OPERE
Saggi romantici